Classical Music Home

The World's Leading Classical Music Group

Email Password  
Not a subscriber yet?
Keyword Search
in
 
  Classical Music Home > Opera Libretti

Opera Libretti




Beethoven | Bellini | Berg | Berlioz | Bizet | Cavalieri | Cavalli | Clerambault | Debussy | Donizetti | Falla | Gluck | Gounod | Granados | Hallstrom | Handel | Hartke | Haydn | Kalman | Leoncavallo | Mascagni | Massenet | Mercadante | Meyerbeer | Monteverdi | Mozart | Pacius | Petitgirard | Portugal | Puccini | Purcell | Rachmaninov | Rossini | Sacchini | Strauss Johann II | Verdi | Wagner Richard | Wagner Siegfried | Walton | Weber
 
Cavalieri
Rappresentatione di Anima e di Corpo
English
Synopsis
Title-Page
Prologue Proem
Act I
Act II
Act III
Italian
Title Page
Prologo Proem
Act I
Act II
Act III

ATTO PRIMO

 
Scena Prima – Tempo Solo
Il tempo, il tempo fugge,
La vita si distrugge;
E già mi par sentire
L’ultima tromba, e dire:
Uscite da la fossa
Ceneri sparse et ossa;
Sorgete anime ancora,
Prendete i corpi hor ‘ hora;
Venite à dir ‘ il vero,
Se fu miglior pensiero
Servire al Mondo vano,
O al Rè del Ciel soprano?
Si che ciascun intenda,
Apra gli occhi e comprenda,
Che questa vita è un vento,
Che vola in un momento;
Hoggi vien fore,
Doman si more;
Hoggi n’appare,
Doman dispare;
Faccia dunque ognun prova,
Mentre il tempo le giova,
Lasciar quant’è nel Mondo,
Quantunque in se giocondo;
Et opri con la mano, opri col core,
Perchè del ben oprar frutto è l’honore.
 
 
Scena Seconda – Choro
Questa Vita mortale,
Per fuggir, presto ha l’ale:
E con tal fretta passa,
Ch’a dietro i venti, e le saette lassa.
 
 
Veloce il giorno, e ratto
Corre a la notte: e a un tratto
Dispar la state, e ’l verno,
Tal che da un punto sol vassi a l’eterno.
 
Il tempo che non dura,
Ci logra e ci misura:
Ahi come in un momento
Dà il Ciel la vita, e se la porta il vento!
 
Ma la vita ch’è breve,
Il saggio odiar non deve;
Per ciò che il tempo corto
Fa giunger tosto al desiato porto.
 
 
Scena Terza – Intelletto solo
Ogni cor ama il bene,
Nissun vol stare in pene:
Quindi mille desiri,
Quindi mille sospiri,
E riso insieme, e lutto
Si sentono per tutto.
Ed io che ’l ben tant’amo,
Dal cor profondo chiamo,
Ahi chi potrar saziare
Queste mie voglie avare?
La ricchezza? No, no
Che me saziar non po’:
L’honor? Ma che mi dà,
Se più bramar mi fa?
Piacer? Ma che mi giova,
Se mi dà sete nova?
Una cosa io vorrei,
Che sola può satiar gli affetti miei:
Vorrei nel cor impresso
Quel ben ch’ogn’altro ben chiude in se stesso:
Vorrei se tanto desiar mi lice,
Essere in Ciel con Dio sempre felice.
 
 
Scena Quarta – Corpo ed Anima
 
Corpo
Anima mia che pensi?
Perchè dogliosa stai.
Sempre traendo guai?
 
Anima
Vorrei riposo e pace;
Vorrei diletto e gioia,
E trovo affanno e noia.
 
Corpo
Ecco i miei sensi prendi
Qui ti riposa, e godi
In mille vari modi.
 
Anima
Non vò più ber quest’acque,
Che la mia sete ardente
S’infiamma maggiormente.
 
Corpo
Prendi gli honor del Mondo,
Qui gioir quanto vuoi,
Qui saziar ti puoi.
 
Anima
No, no, ch’io so per prova,
Con quanto assenzio, e fele
Copre il suo falso mele.
 
Corpo
Alma d’ogn’altra cosa
Tu sei più bella e vaga:
In te dunque t’appaga.
 
Anima
Già non mi feci io stessa:
E come in me potrei
Quetar gli affetti miei?
 
Corpo
Lasso, che di noi fia!
Se ritrosa sei tanto,
Starenci senpre in pianto?
 
Anima
Questo no, se m’ascolti,
E se meco rimiri
A più alti desiri.
Terra, perchè mi tiri
Pur alla terra? Hor segui il voler mio,
Et amendue riposerenci in Dio.
 
Corpo
Ahi! Chi mi dà consiglio?
A qual di due m’appiglio?
L’Anima mi conforta.
Il senso mi trasporta.
La carne mia mi tenta,
L’eterno mi spaventa:
Misero che far deggio?
Attaccarommi al peggio?
No, no che non è giusto
Per un fallace gusto,
Per breve piacer mio,
Perder ’l Ciel, la Vita eterna, e Dio.
Sì ch’ormai Alma mia,
Con teco in compagnia
Cercarò con amore
Il Ciel, la vita eterna, e ’l mio Signore.
 
 
Scena Quinta – Choro
Il Ciel clemente ogn’hor gratia e favore
Qua giù versa, e comparte:
Apre la man divina il gran Signore,
E le sue gratie imparte:
Alme, ch’in terra ricevete il dono,
Benedite il Signor, perchè egli è buono.
 
Benigno ha il volto, il fronte ogn’hor sereno,
Risguarda, ode e risponde:
Ha pietosa la man, paterno il seno,
E i falli altrui nasconde,
Castiga lento, e presto dà perdono:
Benedite il Signor, perchè egli è buono.
 
Fate festa al Signore organi e corde,
Timpano, cetre e trombe,
Il Salmo, e l’Hinno in armonia concorde,
Insiem co ’l suon rimbombe:
Canti ogni lingua e dica insiem co ’l suono
Benedite il Signore perch’egli è buono.
 
Sinfonia

 


Famous Composers Quick Link:
Bach | Beethoven | Chopin | Dowland | Handel | Haydn | Mozart | Glazunov | Schumann | R Strauss | Vivaldi
11:26:11 AM, 20 December 2014
All Naxos Historical, Naxos Classical Archives, Naxos Jazz, Folk and Rock Legends and Naxos Nostalgia titles are not available in the United States and some titles may not be available in Australia and Singapore because these countries have copyright laws that provide or may provide for terms of protection for sound recordings that differ from the rest of the world.
Copyright © 2014 Naxos Digital Services Ltd. All rights reserved.     Terms of Use     Privacy Policy
-208-
Classical Music Home
NOTICE: This site was unavailable for several hours on Saturday, June 25th 2011 due to some unexpected but essential maintenance work. We apologize for any inconvenience.