Classical Music Home

The World's Leading Classical Music Group

Email Password  
Not a subscriber yet?
Keyword Search
in
 
  Classical Music Home > Opera Libretti

Opera Libretti




Beethoven | Bellini | Berg | Berlioz | Bizet | Cavalieri | Cavalli | Clerambault | Debussy | Donizetti | Falla | Gluck | Gounod | Granados | Hallstrom | Handel | Hartke | Haydn | Kalman | Leoncavallo | Mascagni | Massenet | Mercadante | Meyerbeer | Monteverdi | Mozart | Pacius | Petitgirard | Portugal | Puccini | Purcell | Rachmaninov | Rossini | Sacchini | Strauss Johann II | Verdi | Wagner Richard | Wagner Siegfried | Walton | Weber
 
Puccini
Manon Lescaut
Synopsis
Introduction
ATTO I
ATTO II
ATTO III
ATTO IV

 

ATTO III

Piazzale presso il porto. Nel fondo, il porto: a sinistra l’angolo di una caserma. Nel lato di fronte, una finestra con grossa inferriata sporgente. Nella facciata verso la piazza il portone chiuso, innanzi al quale passeggia una sentinella. Il mare occupa tutto il fondo della scena. Si vede la metà di una nave da guerra e a destra una casa e una piccola via; all’angolo un fanale ad olio che rischiara debolmente. Batte l’ultima ora della notte e il cielo si andrà gradatamente rischiarando. In disparte, dal lato opposto alla caserma, entrano Des Grieux e Lescaut.

Des Grieux
Ansia eterna, crudel…

Lescaut (indicandogli dove passeggia la scorta)
Pazienza ancora…
La guardia là fra poco monterà
l'arcier che ho compro…
Pazienza ancor!

Des Grieux
L'attesa m'accora!
(con immenso slancio pieno di dolore)
La vita mia, l'anima tutta è là!
(accenna alla finestra della caserma)

Lescaut
Manon sa già,
e attende il mio segnale
e a noi verrà.
Io intanto cogli amici
là il colpo tenterò.
Manon all'alba libera farò.

(Si avvolge fino agli occhi nel mantello e va cautamente ad osservare.)

Des Grieux
Dietro al destino
mi traggo livido,
e notte e dì cammino.
E un miraggio m'angoscia
e m'esalta!
Vicino or m'è,
poi fugge se l'avvinghio!
Parigi ed Havre…
fiera, triste agonia!
Oh, lungo strazio
della vita mia!

Lescaut (gli si avvicina)
Vengono.

Des Grieux
Alfin!

(Dalla caserma esce un picchetto guidato da un Sergente che viene a dare il cambio alla scorta.)

Lescaut (che ha guardato attentamente i soldati)
Ecco là l'uomo.
È quello!
(Indicandone uno. Il picchetto con il Sergente rientra in caserma. Lescaut allegro ponendo la mano sulla spalla a Des Grieux:)
È l'Havre addormentata.
L'ora è giunta.

(Si avvicina alla caserma e scambia un rapido cenno con il soldato di guardia che, passeggiando, si allontana; poi si appressa alla finestra della caserma, picchia con precauzione la sbarra di ferro. Des Grieux immobile, tremante guarda; i vetri si aprono e appare Manon. Des Grieux corre a lei.)

Des Grieux (con voce soffocata)
Manon!

(Le sue mani si avvinghiano alle spalle)
Manon (piano con immenso abbandono)
Des Grieux!

(Manon sporge le mani dall’inferriata; Des Grieux le bacia con febbrile trasporto.)

Lescaut (guardando Manon)
Al diavolo l'America!
Manon non partirà!

(S’allontana da destra)

Manon
Tu, amore?
Nell'onta non mi abbandoni?

Des Grieux
Abbandonarti? Mai!...

Manon
Amore.

Des Grieux
…Se t'ho seguita
per la lunga via…

Manon
Amore.

Des Grieux
…Fu perché fede
mi regnava in core.

Manon
Amore.

Des Grieux
Fra poco mia sarai!

Manon (con mestizia)
Tua fra poco!
Fra poco… tua!

Des Grieux (interrompendola impaurito)
Taci! Taci!

(Il Lampionaio entra dal fondo a destra canterellando, attraversa la scena e va a spegnere in fanale.)

Il Lampionaio
E Kate rispose al Re:
“D'una zitella perché
tentare il cor?
Per un marito mi fe’
bella il Signor”.
Rise il Re, poi le die'
gemme ed or
e un marito…
e n'ebbe il cor.

(Si allontana dal viottolo, comincia ad albeggiare. Poco dopo nel fondo della scena passa una pattuglia, attraversa la scena da sinistra a destra e scompare nel viottolo.)

Des Grieux
È l'alba! O mia Manon,
pronta alla porta
del cortile sii tu!
V'è là Lescaut
con uomini devoti.
Là vanne, e tu sei salva!

Il Lampionaio
E Kate rispose al Re, ecc.

Manon
Tremo per te!
Tremo! Pavento!
Tremo e m'angoscio,
né so il perché!
Ah, una minaccia
funebre io sento!
Tremo a un periglio
che ignoto m'è…

Des Grieux (additando il viottolo)
Ah, Manon, disperato
è il mio prego!
L'affanno la parola
mi spezza…
Vuoi che m'uccida qui?
Ti scongiuro, Manon,
ah vieni! Salviamoci!

Manon
E sia! Chiedimi tutto,
son tua, m’attendi, amore!...

(Si ritira dalla finestra. Colpo di fuoco e grida di dentro. Des Grieux corre verso il viottolo.)

Soldati (di dentro)
All’armi! All’armi! 

Lescaut (entra fuggendo con la spada sguainata)
Perduta è la partita!
Cavalier, salviam la vita!

Soldati (di dentro)
All’armi!

Des Grieux
Che avvenne?

Lescaut
Udite come strillano!
Fallito è il colpo!

Soldati (di dentro)
All’armi!

Des Grieux (con impeto)
Venga la morte!
Fuggir? Giammai!

(Des Grieux cerca di sguainare la spada.)

Lescaut (impedendoglielo)
Ah, pazzo inver!

(Riappare alla finestra, agitata. Con immenso slancio a Des Grieux grida:)

Manon
Se m'ami,
in nome di Dio,
t'invola, amor mio!

Des Grieux
Ah, Manon!

Lescaut (trascinando via Des Grieux, borbotta sfiduciato crollando il capo:)
Cattivo affare!

(Manon abbandona la finestra e scompare. Attratti dal colpo di fuoco e dalle grida d’allarme, accorrono da ogni parte borghesi, popolani, popolane e si domandano l’un l’altro che cosa sia avvenuto. Confusione generale. Ormai si è fatto giorno.)

Voci diverse
Udiste! Che avvenne?
Fu un ratto?
Rivolta? Fuggiva una donna!
Più d'una!
La folta tenebra protesse
laggiù i rapitori!
Più d’una…

(Rulli di tamburi. Si apre il portone della caserma ed esce il Sergente con un picchetto di soldati, in mezzo al quale stanno parecchie donne incatenate. I soldati e le donne si arrestano davanti al portone. Il Sergente si avanza verso la folla, ordinando loro di retrocedere.)

Sergente
Il passo m'aprite!

(Dalla nave scende il Comandante; lo segue un drappello di soldati di marina che si schiera a destra. Sulla nave si schierano i marinai.)

Comandante (al Sergente)
È pronta la nave. L'appello affrettate!

Borghesi, Donne e Persone del popolo
Silenzio!
L'appello cominciano già.

(La folla si è ritirata e guarda sfilare le cortigiane. Rullo di tamburi)

Il Sergente (con un foglio in mano fa l’appello)
Rosetta!

(Le donne, mano a mano che sono chiamate, passano in diversi atteggiamenti da sinistra a destra presso il drappello dei marinai. Il Comandante nota su di un libro. Rosetta passa con alterigia.)

Giovanotti (mormorando)
Eh, che aria!

Donne (mormorando)
Eh, che aria!

Altri
È un amore.

Il Sergente (indifferente, va al posto ridendo)
Madelón!

Alcuni Borghesi (con astio)
Ah, qui sei ridotta!
Ah! Ah!...

Alcune donne (indignate)
Che riso insolente!

Il Sergente
Manon!

(Manon passa lentamente con gli occhi a terra.)

Alcuni vecchi
Chissà? Una sedotta. 

Borghesi
È bella davvero!

Lescaut
Costei? V'è un mistero!

Borghesi (a Lescaut, con sorpresa)
Sedotta? Tradita?

Donne
Madonna, è dolente!

Giovanotti
Affé... Che dolore!

Lescaut
Costei fu rapita fanciulla
all'amore d'un vago garzone.

Il Sergente
Ninetta!
(Altera, fissando la folla.)

Altri del Popolo
Che incesso!

(Des Grieux è nel fondo perduto tra la folla. Appena è passata Manon esso le si avvicina con cautela cercando di nascondersi dietro di lei. Manon se ne accorge e a stento trattiene un grido di riconoscenza. Le loro mani si toccano e si stringono.)

Manon (con passione e angoscia)
Des Grieux, fra poco lungi sarò…

Borghesi
Che infamia, che orror!

Il Sergente (con fare imponente)
Caton!

Altri del Popolo
È una dea!

Manon
…Questo è il destino mio.
E te perduto per sempre avrò!
Ultimo bene! Addio!

Lescaut
Rapita alle nozze e all'orgia
ed a sozze carezze gittata, gittata!

Il Sergente
Regina!
(Passa pavoneggiandosi.)

Alcuni Borghesi (con astio)
Ah, qui sei ridotta!
Ah! Ah!...

Alcune donne (indignate)
Che riso insolente!

Manon
Alla tua casa riedi!
Addio…

Lescaut (eccitando gli ascoltatori)
Pel gaudio d'un dì
di vecchio signore…
poi… sazio… cacciata!

Borghesi
Che infamia, che orrore!

Altri del Popolo
Ah! Fa compassione!

Borghesi (indignati)
Ah! Sempre così!...

Lescaut (additando Des Grieux)
Vedete quel pallido che presso le sta?
Lo sposo è quel misero.

Il Sergente
Claretta!
(Claretta va al suo posto frettolosa.)

Altri del Popolo
Che bionda!...

Manon (a Des Grieux)
Devi Manon scordar!
Forse abbastanza non fosti amato…
questo è il rimorso mio!
Ma tu persona!...
(un disperato singhiozzo le tronca la parola)
Mio desolato amore immenso… addio!

Des Grieux
Guardami e vedi
com'io soggiacio
e questa angoscia amara,
ché una tortura crudel
m'è il bacio della tua bocca cara.
Ogni pensiero
si scioglie in pianto!
È pianto anche il desìo!

Lescaut
Lo sposo è quel misero.
Che presso le sta! Vedete?

Borghesi
Oh! Inver fa pietà!
Orror!

Altri del Popolo
Che gaia assemblea!

Il Sergente
Violetta!
(Attraversa la piazza con modi provocatori.)

Altri del Popolo
Che bruna!...

Manon
Un giorno potrai ancor amar!
Ora a tuo padre dèi far ritorno…
Devi Manon scordar!...

Des Grieux
Ah, m'ho nell'animo
l'odio soltanto degli uomini e di Dio!

Lescaut
Così, fra catene,
nel fango e avvilita,
rivede e rinviene
la sposa rapita!

Borghesi (gridando di sdegno.)
Che infamia, che orrore!
Inver, fa pietà!

Altri del Popolo (gridando di sdegno.)
Che infamia, che orrore!
Ah! Fa compassione!

Il Sergente
Nerina!
(Con modi eleganti.)

Alcuni Borghesi (schernendola)
Che splendidi nei!

Altri del Popolo
Ah, questa vorrei!

Il Sergente
Elisa!
(Attraversa la piazza con fare tranquillo.)

Altri del Popolo
Di vaghe nessuna!

Il Sergente
Ninon!
(Si copre il volto con le mani.)

Manon
Amor mio, addio!

Il Sergente
Giorgetta!
(Che tiene un comportamento civettuolo. Alcuni borghesi raggruppati a sinistra. Lescaut indica Manon e parla loro sommessamente.)

Alcuni Borghesi (con astio)
Eh, che aria!

Il Sergente (collocandosi di fronte alle cortigiane)
Presto! In fila!
(le cortigiane si mettono in fila)
Marciate!
(vedendo Manon ferma presso Des Grieux)
Costui qui ancor?
Finiamola!

(Va e prende brutalmente Manon per un braccio e la spinge presso le altre. Des Grieux non può trattenersi e d’in tratto strappa Manon dalle mani del Sergente e gli grida:)

Des Grieux
Indietro!

Il Sergente (a Des Grieux)
Via!

Borghesi (aizzati da Lescaut e Des Grieux)
Coraggio!

Des Grieux (furente, minaccioso)
Ah, guai a chi la tocca!
(avvinghia stretta a sé Manon, coprendola con la propria persona)
Manon, ti stringi a me!

Borghesi
(spinti da Lescaut accorrono in soccorsa a Des Grieux e impediscono al Sergente di avvicinarsi a Manon)
Così! Bravo!

Il Comandante (apparendo ad un tratto in mezzo alla folla)
Che avvien?

(La folla si ritira rispettosamente. Des Grieux con l’impeto della disperazione guardando minaccioso attorno a sé.)

Des Grieux
Ah, non vi avvicinate!
Ché, vivo me,
costei nessun strappar potrà!
(scorgendo il Comandante, vinto da profonda emozione, egli erompe in uno straziante singhiozzo. Le sue braccia che stringevano Manon si sciolgono e Des Grieux cade ai piedi del comandante implorando:)
No! Pazzo son!
Guardate come io
piango ed imploro…
come io chiedo pietà!
Udite!
M'accettate qual mozzo
od a più vile mestiere…
ed io verrò felice!
Vi pigliate il mio sangue, la vita!
Vi chiedo pietà…
Ah, ingrato non sarò!

(Intanto il Sergente avvia le cortigiane verso la nave e spinge con esse Manon, la quale lenta si incammina e nasconde il volto fra le mani, disperatamente singhiozzando. La folla, cacciata ai lati dagli arcieri guarda silenziosa con profondo senso di pietà.)

Il Comandante (commosso, si piega verso Des Grieux, gli sorride benignamente e gli dice col fare burbero del marinaio:)
Ah! Popolar le Americhe, giovinotto, desiate?
(Des Grieux lo guarda con ansia terribile)
Ebben… sia pure!
(battendogli sulle spalle)
Via! Mozzo, v'affrettate!

(Des Grieux getta un grido di gioia e bacia la mano del Comandante. Manon si volge, vede, comprende, e col viso irradiate di suprema gioia, dall’altro del ponte stende le braccia a Des Grieux che vi accorre. Lescaut in disparte guarda, crolla il capo e si allontana.)

 

 

 

 


Famous Composers Quick Link:
Bach | Beethoven | Chopin | Dowland | Handel | Haydn | Mozart | Glazunov | Schumann | R Strauss | Vivaldi
9:28:29 PM, 10 July 2014
All Naxos Historical, Naxos Classical Archives, Naxos Jazz, Folk and Rock Legends and Naxos Nostalgia titles are not available in the United States and some titles may not be available in Australia and Singapore because these countries have copyright laws that provide or may provide for terms of protection for sound recordings that differ from the rest of the world.
Copyright © 2014 Naxos Digital Services Ltd. All rights reserved.     Terms of Use     Privacy Policy
-212-
Classical Music Home
NOTICE: This site was unavailable for several hours on Saturday, June 25th 2011 due to some unexpected but essential maintenance work. We apologize for any inconvenience.