Classical Music Home

The World's Leading Classical Music Group

Email Password  
Not a subscriber yet?
Keyword Search
in
 
 Classical Music Home > Naxos Album Reviews

Album Reviews



 
See latest reviews of other albums...


Marco Leo
Musica, June 2011

I1 titolo non in ganna: si tratta proprio della versione paciniana del Don Giovanni. Un Don Giovanni format mignon: in primo luogo, la durata di tutta l’opera (che i in reald una farsa, che alterna dialoghi parlati e numeri musicali) non supera quella di un atto del capolavoro di Mozart; in secondo luogo, sono ridotti di numero i personaggi in scena e le vicende rappresentate, che pur seguono da vicino il modello mozartiano; idne, la partitura prevede un’orchestra da camera e un coro a ranghi decisarnente ridotti. La riscoperta di questo titolo si deve a Jeremy Commons, a1 direttore Daniele Ferrari, e a1 festival Rossini in Wildbad, dove èstato realizzato questo live in occasione della prima rappresentazione mondiale pubblica dell’opera, nel lu&o 2008. All’epoca della composizione (1832), l’esecuzione fu un evento privato nel teatrino di proprieti del cognato del compositore, e vide come interpreti diversi membri della famiglia Pacini e alcuni allievi (fatto, questo, che ha suggerito a1 regista della produzione tedesca di far precedere l’opera da una scenetta che ha per protagonisti i parenti di Pachi).

Se si commettesse l’errore di dare un giudizio al Convitato di pietra paragonandolo al Don Giovanni di Mozart, e considerando i due titoli come opere da mettersi su uno stesso piano, non ci sarebbe partita. Ma sarebbe amunto un errore: perchi Pacini non intendeva aflatto mettersi in concorrenza con Mozart, ni diede mai un seguito pubblico a questa sua farsa nata come divertissement di farniglia. I1 libretto, di Gaetano Barbieri, contiene molti versi dapontiani, con alcuni prestiti dagli altri libretti che erano stati scritti sulla vicenda di Don Giovanni tra Sette e Ottocento. e la aarti- , L tura incastona nella cornice della vicenda alcune arie che Pacini aveva scritto in precedenza, ma che ben si adattano al nuovo contesto: tra queste, w Luna, conforto a1 cor de’ naviganti P, la romanza che il protagonista canta all’inizio del secondo atto (nella funzione, pressappoco, di «Deh vieni alla finestra »), e che rivela in Leonardo Cortellazzi un tenore di grazia che unisce alla bella voce il possesso di una solida tecnica che gli permette di pennellare a mezza voce fino a raggiungere il sussurro. Don Giovanni in Pacini I. infatti un tenore, come il Duca Ottavio (Giorgio Trucco); la parte di quest’ultimo i per6 limitata a numeri d’assieme e ~ertichini. Per i ruoli femminili sono state scelte due interpreti non italiane che nei dialoghi parlati tradiscono le lor0 origini: il mezzosoprano Geraldine Chauvet interpreta Donn’Anna. arricchendo di ~iacevoli variazioni il da capo della propria cabaletta; il soprano Zinovia-Maria Zafeiriadou èZerlina. che ha un peso decisamente maggiore di quello cui sono abituati gli ascoltatori di Mozart. Pacini, infatti, elimina la figura di Donna Elvira, e concentra-in Zerlina alcune delle prerogative del personaggio scomparso, prima fia tutte quella di rendersi ascoltatrice dell’aria del catalogo. Dal punto di vista drammaturgico, il risultato, se lo si prende sul serio, lascia un po’ interdetti, ma dal punto di vista musicale compare un ruolo ardito di soprano di coloratura, a1 quale l’interprete greca rende giustizia, anche se le gioverebbe migliorare la rotondid dell’emissione.

Il basso Ugo Guagliardo shttando l’ampiezza della propria estensione copre, come awenne nel 1832, il doppio ruolo di Masetto e del Commendatore, mentre il baritono Giulio Mastrototaro, col suo vero talento buffo, sa valorizzare l’ironia che percorre l’aria del catalogo, dove Ficcanaso (alias Leporello) spiega come Don Giovannio, oltre a sedurre contadine e cittadine, si dedichi anche a «fruttarole e calzolaie », e a donne che vendono « li lupini e le staffette »: la figura del seduttore, insomma, ne esce un po’ smitizzata, e mette il dubbio che in realti il musicista toscano non si sia aflatto limitato a preparare una raccolta di brani per fomire una partitura deliziosa ma fine a se stessa ai propri familiari; ma abbia viceversa scelto di rileggere il mito di Don Giovanni attraverso le lenti della parodia. .






Famous Composers Quick Link:
Bach | Beethoven | Chopin | Dowland | Handel | Haydn | Mozart | Glazunov | Schumann | R Strauss | Vivaldi
9:50:53 PM, 20 April 2014
All Naxos Historical, Naxos Classical Archives, Naxos Jazz, Folk and Rock Legends and Naxos Nostalgia titles are not available in the United States and some titles may not be available in Australia and Singapore because these countries have copyright laws that provide or may provide for terms of protection for sound recordings that differ from the rest of the world.
Copyright © 2014 Naxos Digital Services Ltd. All rights reserved.     Terms of Use     Privacy Policy
-208-
Classical Music Home
NOTICE: This site was unavailable for several hours on Saturday, June 25th 2011 due to some unexpected but essential maintenance work. We apologize for any inconvenience.