Classical Music Home

Welcome to Naxos Records

Email Password  
Not a subscriber yet?  
Keyword Search
 in   
 Classical Music Home > Naxos Album Reviews

Album Reviews



 
See latest reviews of other albums...

Marco del Vaglio
Nuova e Nostra, January 2002

"Se escludiamo alcune composizioni di Grieg, il resto della musica norvegese rappresenta ancora un terreno inesplorato.

Giunge a proposito, quindi, un cd della Naxos dedicato a due composizioni di Geirr Tveitt (1908-1981), nato a Norheimsund nell'Handangerfjord.

Egli, fin da giovane, fu attratto dalla musica popolare dei luoghi di origine, dove sopravvivono secolari tradizioni incentrate su di un particolare strumento ad archi, definito violino di Hardanger, molto simile alla viola d'amore.

Tveitt compi i suoi studi al Conservatorio di Lipsia, ricevendo insegnamenti da lui definiti 'completi ma troppo dogmatici ed insipidi'.

Tornato in patria non ebbe molta fortuna e decise di recarsi in Francia, dove pote toccare con mano una realtà molto diversa ed ebbe la fortuna di avere come maestri Honegger e Villa-Lobos.

Tveitt fu anche un virtuoso del pianoforte ed un apprezzato direttore d'orchestra, sfruttando queste due attività soprattutto per motivi economici.

La sua produzione comprende numerosi brani orchestrali fra i quali sei concerti per pianoforte e due per il gia citato violino di Hardanger.

Purtroppo la maggior parte dei suoi circa 400 brani è andata irrimediabilmente perduta nel 1970, a seguito di un incendio che distrusse la villetta di legno dove Tveitt dimorava.

Riguardo al cd della Naxos, esso comprende l'incisione di due concerti per pianoforte ed orchestra, il n. 1 in fa maggiore, op.1 ed il n. 5, op. 156. Il primo riassume tutto lo slancio giovanile di Tveitt, presentando riferimenti a Rachmaninov, Bartok e spunti impressionistici.

Molto diverso il Concerto n. 5, suonato per la prima volta nel 1954 a Parigi dall'autore stesso. In questo caso la fonte di ispirazione è la musica britannica, a partire dalle battute iniziali che rimandano a Urano, uno dei pezzi della suite I Pianeti di Holst, ma sono ancora molto vivi gli echi bartokiani.

L'esecuzione è affidataalla Royal Scottish National Orchestra, che già in altre occasioni abbiamo avuto modo di apprezzare ed elogiare. A condurla, in questa occasione, è il norvegese Bjarte Engeset, mentre la parte solistica è interpretata dal giovane e bravissimo pianista Håvard Gimse.

Chiudiamo sperando che l'iniziativa della Naxos abbia un seguito, in modo da approfondire la figura di questo autore norvegese che si dedico anche alla pittura, come si ricava dalla copertina del disco dove compare uno dei suoi quadri."





Naxos Records, a member of the Naxos Music Group