Classical Music Home

Welcome to Naxos Records

Email Password  
Not a subscriber yet?  
Keyword Search
 in   
 Classical Music Home > Naxos Album Reviews

Album Reviews



 
See latest reviews of other albums...

Angelo Formenti
Cd Classico, June 2016

A volte ritornano. Sponsorizzata dall’Orchestra Filarmonica di Minas Gerais, l’etichetta Naxos, onnivora e totipotente, pubblica in prima mondiale, per l’interpretazione del giovane e valentissimo chitarrista italiano Andrea Bissoli, alcuni manoscritti di opere per chitarra di Heitor Villa-Lobos che si ritenevano perdute o delle quali non si conosceva l’esistenza.

Accanto a queste, come degno viatico, troviamo poi brani molto popolari in tutto il mondo, come il Concerto per chitarra scritto per Segovia nel 1956 e la struggente Cantilena della Bachianas Brasileiras No 5: strepitose.

Si tratta di un tassello importante per l’acquisizione del mosaico multicolore costituito dal mondo della musica classica latino-americana, inevitabile crogiolo di culture e di armonie anche molto diverse fra loro. © 2016 Cd Classico



Francesco Biraghi
il Fronimo, October 2014

VILLA-LOBOS, H.: Guitar Manuscripts (The) - Masterpieces and Lost Works, Vol. 1 (Bissoli) 8.573115
VILLA-LOBOS, H.: Guitar Manuscripts (The) - Masterpieces and Lost Works, Vol. 2 (Bissoli) 8.573116

Un progetto audace, originalissimo e completamente nuovo che si concluderà con l’uscita di un terzo CD. L’ideatore del progetto – nonché solista – Andrea Bissoli esce dall’ascolto di questi due CD con delle credenziali di altissimo livello.

Imperdibile.

---

La versione di Bissoli del Concerto si pone come una delle migliori in circolazione, per nitidezza di intenti musicali e per spessore tecnico-interpretativo. Si prosegue con due pagine ritrovate solo recentemente da Frédéric Zigante nei… cassetti della Max Eschig, cioè Simples (una sorta di abbozzo della Mazurka-Chôro che aprirà poi la Suite Populaire) e la bellissima Valse-Chôro…Due storiche trascrizioni di Pujol per due chitarre di due gustose Cirandas per piano solo di origine popolare, Terezinha de Jesus e A canoa virou, alleggeriscono il contenuto del CD che prosegue poi con alcune bellissime opere per voce e chitarra, due delle quali tratte da Floresta do Amazonas…Ambedue sono cantate con grazia da Lia Serafini. Frutto invece di una investigazione degna di Sherlock Holmes condotta dallo stesso Bissoli è la Canção do poeta do século XVIII, redatta per voce e chitarra dallo stesso Villa-Lobos nel 1953…Motivos Gregos è un altro frutto di ricerche e intuizioni di Bissoli, che, scoperto come nel 1937 Villa-Lobos avesse diretto un concerto con proprie musiche includendo un pezzo per flauto, chitarra e coro femminile intitolato Motivos Gregos (pezzo andato poi perduto), ha confrontato una serie di partiture e documenti…il risultato è bellissimo! © 2014 il Fronimo




Ermanno Brignolo
Seicorde, July 2014

Ci troviamo così ad ascoltare il Concerto, in un’interpretazione decisamente convincente in cui l’orchestra…gestisce al meglio l’interpretazione e il dialogo con la chitarra. Meritano molta attenzione le trascrizioni per due chitarre, ad opera di Emilio Pujol, delle due Cirandas, vivide nella loro eminente connotazione ritmica. Molto equilibrato è anche l’intervento della soprano Lia Serafini la quale sa adattarsi al contesto chitarristico con non comune buon gusto. Attirano ancor più l’attenzione due “chicche”: un breve frammento inedito intitolato Valsa—niente più che una cellula tematica purtroppo priva di uno sviluppo—e un brano che lo stesso chitarrista ha arrangiato per chitarra, flauto e coro, andando così a rappresentare un contributo all’esiguo repertorio che preveda questa formazione. Bissoli, dunque, si guadagna elogi sia come studioso e ricercatore, sia come interprete attento e preciso: le sue esecuzioni sono impeccabili: attendiamo i restanti due volumi con impazienza. © 2014 Seicorde



Filippo Lovato
Il Gazzettino, April 2014

Andrea Bissoli, trentaduenne chitarrista vicentino, diplomato al Pedrollo e allievo di Stefano Grondona, è un cultore e uno studioso di Villa-Lobos. Le sue ricerche hanno consentito di scoprire partiture del brasiliano che si credevano perdute. La casa discografica Naxos, etichetta internazionale ovunque nota ai melomani per la qualità delle registrazioni, il coraggio delle scelte editoriali, e il prezzo contenuto, ha affidato a Bissoli un progetto in tre CD dedicato alle opere per chitarra del compositore di Rio. Titolo: The Guitar Manuscripts: Masterpieces and Lost Works. I dischi accoglieranno prime registrazioni assolute di opere di recente scoperta e partiture già note, ma qui rinfrescate dal tocco di Bissoli.

Non fosse per il fraseggio aristocratico di Bissoli e Artuso, per un’inedita Serafini che canta in portoghese (e nel registro più grave, con grande espressività), questo CD si segnalerebbe per la cura con cui il chitarrista berico ha redatto le note del libretto, in una prosa limpida e distaccata che lo raccomanda alle lettere non meno di quanto le sue dita facciano alla musica. © 2014 Il Gazzettino



Federico Murzio
Il Giornale di Vicenza, March 2014

Tutto il mondo del chitarrista brasiliano Heitor Villa-Lobos in un CD. Sei incisioni inedite su quattordici brani in repertorio, ricostruite da manoscritti perduti o, in altri casi, ricomposte da un semplice, infinito ascolto. E una sorpresa: un’esecuzione unica al mondo. Possibile? Sembra di sì. C’è riuscito Andrea Bissoli, trentaduenne musicista vicentino laureatosi al Conservatorio “Arrigo Pedrollo” nel 2007. Chiamatela ingegneria musicale, se volete. Eppure, di freddo, in questa raccolta di opere per chitarra villalobiane, non c’è nulla. Una raccolta che fin dal nome, “The Guitar Manuscripts”, tradisce una ricerca che va ben oltre la monografia. © 2014 Il Giornale di Vicenza




Carlo Fiore
Classic Voice, March 2014

Intanto la Naxos inaugura con Bissoli un primo volume di “Guitar Manuscripts” contenente una valida esecuzione del “Concerto” (con la Filarmonica di Minas Gerais) insieme a tante curiosità: la mazurka “Simples” del 1911, la “Valse-Choro” degli anni Venti, alcune liriche per voce e chitarra, la “Valsa” e i “Motivos Gregos” nell’arrangiamento dello stesso Bissoli. Disco fondamentale per i chitarristi che desiderino avere una panoramica più completa del loro autore preferito, è comunque un ascolto utile anche per chi ama quella parte di Novecento che non si è votata all’avanguardia ma ha preferito indagare il colore locale (risultando così “d’avanguardia” col senno di poi quando, alla fine del secolo e all’inizio del nuovo, i patrimoni locali e le tradizioni sono tornati in auge). © 2014 Classic Voice





Naxos Records, a member of the Naxos Music Group